La campanella che non c’è

Prepararsi al futuro è una grande sfida, sia per gli studenti, sia per i loro genitori. Noi di iSchool lo sappiamo bene: siamo da sempre orientati al futuro e il nostro compito è fornire agli studenti gli strumenti adeguati per affrontarlo nel migliore dei modi; questo obiettivo permette anche ai genitori di vivere con più tranquillità gli anni scolastici dei figli.

È iniziato da poco il nuovo anno scolastico: da due settimane si entra in aula alle 8:00 e si torna a casa alle 14:00. Dal lunedì al venerdì, 30 ore a settimana, come da indicazioni ministeriali. 

Ogni giorno tre materie aspettano i nostri studenti. 

In iSchool, ci piace definire le lezioni “moduli”: usiamo questo termine per indicare l’insieme di esperienze di apprendimento riferite a ogni singola disciplina, con indicazione precisa degli obiettivi da raggiungere. 

Interazione, confronto ed esperienza sono i punti cardine del nostro metodo, che mira all’apprendimento delle nozioni in autonomia e al successivo scambio di opinioni con la classe, svincolandosi da aspetti di puro meccanicismo come gli orari e i programmi fissi. Ecco perché abbiamo eliminato ciò che forse più caratterizza la scuola tradizionale: la campanella. 

PERCHÉ LA CAMPANELLA NON SUONA? 

Ogni modulo è suddiviso in due parti, per una durata complessiva di 100 minuti

La prima parte, circa 30 minuti, è dedicata a un apprendimento che favorisca il confronto, la discussione e il pensiero.

La seconda parte è più flessibile e movimentata, dedicata alla parte pratica e creativa: gli studenti svolgono esercizi e attività mettendo in pratica gli insegnamenti della prima parte, individualmente o suddivisi in piccoli gruppi (per garantire la sicurezza il lavoro di gruppo avviene attraverso i device in dotazione). Durante questa fase, il docente ha l’opportunità di conoscere più a fondo gli allievi e di intervenire sui singoli metodi di studio, valorizzando le peculiarità di ogni studente e indirizzando chi ha più bisogno di aiuto.

Una lezione così suddivisa consente ai docenti di diversificare le attività, per dare forma a una didattica  cooperativa interdisciplinare (cooperative learning). 

Le pause tra una lezione e l’altra sono flessibili: il docente gestisce i due intervalli previsti, sfruttandoli come momenti di recupero e rilassamento, sulla base degli argomenti trattati e dei tempi di apprendimento degli studenti.

5 Ottobre, 2020

ARTICOLI CORRELATI

Iniziano ufficialmente i laboratori pomeridiani di iSchool MIDDLE! Le attività si svolgono dal lunedì al venerdì: hai già scelto quella che fa per te?…
Una scuola da sempre preparata al futuropuò certamente contare su studenti preparati al fatidico 14 settembre. Ecco qui poche semplici indicazioni pensate per iniziare al sicuro il…..
L’anno scolastico sta volgendo al termine, e per gli studenti delle classi terze è arrivato il momen-to di affrontare l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione……

Iscriviti alla nostra Newsletter

© 2019 iSchool MIDDLE. All Rights Reserved.