PER CRESCERE CI VUOLE UNA MENTE… SPORTIVA!

Mens sana in corpore sano”.

Questa celebre frase è da sempre l’emblema dell’importanza dell’attività fisica per il benessere della mente.

Che l’allenamento fisico abbia dei benefici sulla mente non è in discussione, ma è possibile immaginare un allenamento pensato appositamente per il cervello?

Per gli adulti la risposta è semplice e immediata. Basta pensare agli stimoli che il mondo del lavoro offre e che nel tempo libero cerchiamo, come il semplice gesto della lettura.

E per i più piccoli? 

Scrivere, risolvere problemi, imparare una nuova lingua, scoprire come funziona il mondo intorno a noie fare progetti per il futuro sono allenamenti che richiedono grandi fatiche ai più piccoli, soprattutto ai piccolissimi. 

Ma come facciamo a stimolare la funzione principale del cervello, il pensiero? Come possiamo formare studenti indipendenti e critici nel pensiero e obiettivi nel giudizio?

Per i nostri docenti l’apprendimento non si limita ad una meccanica assimilazione di nozioni, ma costituisce un più ampio progetto che attraverso degli stimoli mirati prepara la mente di ogni studente alle sfide quotidiane a cui viene e verrà sottoposto. 

Con questi obiettivi nasce il nostro metodo che applichiamo in tutto il processo educativo e nel “laboratorio del pensiero”, pensato per i nostri studenti (dalla prima alla terza media) perché mai come in quest’età si è permeabili agli stimoli e pronti per iniziare ad osservare il mondo in modo più attento. 

All’inizio può sembrare faticoso, ma con il tempo la mente si abitua a ragionare, a chiedersi il perché delle cose, a sviluppare opinioni critiche e non può più farne a meno, come quando si comincia un nuovo sport: le prime volte si fa fatica, ma poi, una volta abituato il fisico non si vuole più smettere. 

Questo tipo di esercizi è importante non solo perché favoriscono la comprensione delle lezioni, ma anche – e soprattutto – perché stimolano lo sviluppo di competenze personali che tengano conto dell’individualità e delle peculiarità dei singoli alunni. 

Come in ogni sport, anche per l’allenamento della menteè necessario trovare il giusto equilibrio tra apprendimento e divertimento: sono numerosi gli studi scientifici secondo cui la dopamina che viene prodotta quando ci si diverte stimola l’apprendimento e facilita il corretto funzionamento del cervello

In altre parole, è essenziale la creazione di un ambiente in cui i ragazzi possano essere adeguatamente stimolati ma che al contempo sia divertente e piacevole, perché iSchool sa che al cervello piace allenarsi divertendosi. 

Febbraio 22, 2021

ARTICOLI CORRELATI

Stay hungry, stay curious è la rivisitazione – a modo nostro – della celebre frase di Steve Jobs. Siate affamati, siate curiosi! La curiosità muove il mondo. Sì perché è grazie……
Il più grande successo della scuola è trasmettere valori e insegnamenti che accompagnino gli studenti nel corso di tutta la vita, non solo nei momenti cruciali ma anche – e……
Noi di iSchool crediamo che l’ambiente circostante influisca moltissimo sul processo di apprendimento. I fattori che vanno a costituire un ambiente di apprendimento sono tanti e……

Iscriviti alla nostra Newsletter

© 2019 iSchool MIDDLE. All Rights Reserved.